Parte il bonus per pc, tablet e internet : scopri come ottenere fino a 500 Euro

Ha inizio oggi (9 novembre) il piano del Governo di offrire una buona connessione a tutti incentivando la diffusione delle connessioni a banda ultra larga in Italia mediante la concessione di Bonus da 500 euro da destinare alle famiglie meno abbienti. A partire da oggi inizia la fase 1, ossia i nuclei familiari con ISEE inferiore a 20.000 euro potranno chiedere il bonus direttamente presso gli operatori accreditati. Un altro requisito chiesto è quello che chi fa la richiesta deve avere una connessione Internet con velocità inferiore a 30 Mbps.


Come si fa per fare la richiesta? Molti si staranno già spaventando, avendo avuto modo di osservare i problemi che ci sono stati per il bonus mobilità, problemi poi tra l’altro risolti.
Ma questo bonus ha un sistema totalmente diverso e per molti aspetti più semplici.
L’offerta è vincolata alla sottoscrizione di un’offerta di connessione a banda ultralarga (almeno 30 Mbps) comprensiva di un pc o tablet da acquistare. In questo caso l’incentivo di 500 euro sarà ripartito in una cifra tra i 200 e i 400 euro per coprire i costi dell’abbonamento e tra i 100 e i 300 euro per l’acquisto del dispositivo.

COME FUNZIONA IL BONUS

Il contributo per l’acquisto di pc o tablet si ottiene solo insieme all’attivazione del servizio di connettività. Non è possibile comprare direttamente il computer o tablet e poi chiedere il rimborso tramite voucher. La cifra massima di 500 euro può essere divisa dall’operatore. Tra i 200 e i 400 euro possono essere destinati allo sconto sui servizi di connettività per una durata non inferiore a 12 mesi. Allo sconto sulla fornitura di un computer o tablet invece può essere destinata una somma tra 100 e 300 euro.

Per usufruire del bonus i cittadini devono contattare esclusivamente – in negozio o online – uno degli operatori accreditati per l’erogazione dei servizi e sottoscrivere una delle offerte comprensive di servizio di connessione a banda ultralarga e pc o tablet presentate dalle compagnie.

Oltre a TIM, WindTre e Vodafone un numero sempre crescente di operatori sta decidendo di supportare l’iniziativa del Governo: rispetto all’aggiornamento fornito da Infratel Italia a fine ottobre l’elenco degli operatori aderenti è passato da 24 a oltre 80, e altri potrebbero aggiungersi nei prossimi giorni. L’elenco può essere consultato scaricando questo file excel elaborato da Infratel Italia.

Oltre alle restrizioni riguardo i requisiti di connettività, che prevedono l’attivazione di una sola connessione non inferiore a 30 Mbps in download e 15 Mbps in upload per unità immobiliare, alcune regioni hanno imposto limiti sui comuni in cui sarà possibile richiedere il bonus. Inoltre, gli utenti dovranno scegliere la connessione migliore disponibile al proprio domicilio e comunque a partire dal requisito dei 30 Mbps

Un altro vincolo riguarda il fatto che gli abbonamenti sottoscritti con gli operatori devono avere durata di almeno 12 mesi, salvo eventuali disservizi. Sul sito del Cobul è anche disponibile un elenco delle domande più frequenti relative alla prima fase dell’incentivo.

Tags
Back to top button
Close
Close