Fake news sul 5G, attenzione alle bufale che girano sui social (video di Hdblog.it)

Da un paio di giorni gli utenti dei social riempiono le loro bacheche cercando di salvare il mondo e riportando le notizie del tutto infondate sul 5G e dei collegamenti che porterebbero a pensare che il 5G possa essere causa del coronavirus o di chissà quali altri catastrofici eventi.

Bene vogliamo rassicurare tutti che le notizie e i link che girano sono tutti infondati, per cui invitiamo tutti alla calma e ad una riflessione attenta.
A chiarire perfettamente il concetto è stato Hdblog, che ha pubblicato un video in cui ci spiega bene tutta la questione.

Le fake news stanno bruciando il 5G, nel vero senso della parola. L’offensiva è partita dall’Inghilterra, e precisamente nei pressi di Birmingham, Liverpool e Melling, dove sono state incendiate tre antenne delle reti di nuova generazione, ree – a detta di alcuni – di diffondere il Coronavirus. Ma cosa hanno in comune il 5G e il Coronavirus? Ce lo suggerisce la scienza e ce lo ricordano alcune pandemie di origine virale che hanno colpito l’umanità fin da quando abbiamo testimonianze scritte. Nel video viene analizzata la situazione partendo dalle cose vere e cercando di capire se veramente esistono rischi legati alle reti di nuova generazione o se invece siamo di nuovo di fronte ad una caccia al colpevole ingiustificata e creata solo per destabilizzare e seminare il panico.

Il Department for Digital, Culture, Media and Sport di Londra è prontamente intervenuto, con la speranza di tranquillizzare la popolazione confutando quanto emerso sui social:

Siamo a conoscenza di informazioni inesatte condivise online sul 5G. Non c’è assolutamente nessuna prova credibile di un collegamento tra il 5G e il coronavirus.

Back to top button
Close
Close