Elon Musk sfida la autorità e chiede di essere arrestato

Elon Musk in un tweet ha dichiarato che la produzione riprenderà lunedì, aggiungendo che si sarebbe unito ai lavoratori della catena di montaggio. “Se qualcuno viene arrestato, chiedo di essere solo io”.

Elon Musk

di Esposito Giuliano 12/05/2020

L’amministratore delegato di Tesla, Elon Musk, lunedì ha dichiarato che la produzione riprenderà nell’unica fabbrica automobilistica americana della casa automobilistica, in California, sfidando l’ordine di rimanere chiuso e dicendo che se qualcuno dovesse essere arrestato dovrebbe essere lui.
La mossa arriva mentre gli Stati e le città degli Stati Uniti sperimentano modi per riaprire in sicurezza le loro economie dopo che l’epidemia di coronavirus ha chiuso le attività e ha costretto decine di milioni di americani a lasciare il lavoro.
Musk nel fine settimana ha minacciato di lasciare la California per il Texas o il Nevada per la chiusura della sua fabbrica. La sua mossa ha messo in evidenza la competizione per l’occupazione e ha dato il via alla corsa al corteggiamento dell’esecutivo miliardario da parte di Stati che hanno riaperto le loro economie più rapidamente in risposta all’incoraggiamento del presidente degli Stati Uniti Donald Trump .
In una e-mail di lunedì, Tesla ha fatto riferimento a un ordine giovedì del governatore della California che consente ai produttori di riprendere le operazioni e ha dichiarato che da domenica i dipendenti precedentemente licenziati sono tornati al loro normale stato di occupazione.
“Siamo felici di tornare al lavoro e abbiamo implementato piani molto dettagliati per aiutarti a rimanere al sicuro mentre ritorni”, secondo l’e-mail vista da Reuters e intitolata “Furlough è finito e siamo di nuovo al lavoro nella produzione!”
Musk in un tweet ha dichiarato che la produzione riprenderà lunedì, aggiungendo che si sarebbe unito ai lavoratori della catena di montaggio. “Se qualcuno viene arrestato, chiedo che sia solo io”, ha scritto.

Tags
Back to top button
Close
Close